11 motivi per cui il tuo sito web non vende

Home / 11 motivi per cui il tuo sito web non vende

11 motivi per cui il tuo sito web non vende

Ecco 11 motivi per cui il tuo sito web non vende

11 motivi per cui il tuo sito non vende

Stai cercando di ottenere più traffico sul tuo sito web?
Ecco alcuni modi creativi per farlo.

Un sito web ben progettato cresce organicamente l’attività di un’azienda e rafforza il marchio.

Uno studio di Nielsen Norman Group ha rilevato che gli utenti rimangono su un sito web per una media di 10 – 20 secondi. I visitatori restano più a lungo solo se trovano qualcosa di utile durante quelle prime occhiate. Per un’azienda, ogni secondo, è imprtante.

Diversi fattori possono spogliare un sito web di valore. Ecco 11 problemi che riguardano la presentazione di un sito insieme a correzioni da applicare immediatamente per favorire un maggiore coinvolgimento degli utenti e un traffico migliore.

1. Immagini di bassa qualità.

Molti hanno scritto sul potere delle immagini nella comunicazione. Uno studio del 1986 condotto dal Centro di ricerca sui sistemi informativi di gestione dell’Università del Minnesota con supporto 3M ha trovato le presentazioni utilizzando aiuti visivi del 43% più convincenti. Il potenziale di un sito Web può essere frenato dall’inclusione di immagini di bassa qualità.

Govind Agarwal, esperto di marketing, consiglia di avere foto di alta qualità per attirare l’attenzione degli spettatori, aumentare le quote sociali e persino aumentare il SEO complessivo se le immagini vengono etichettate in modo appropriato. Labnol.org offre un elenco di luoghi per la ricerca di immagini professionali gratuite.

2. Mancanza di recensioni o testimonianze.

Se il suo sito web non ha testimonianze, un’azienda perde uno strumento di marketing facile ed efficace. I clienti sono discriminanti. Semplicemente dire loro della forza del prodotto o del servizio non è più sufficiente. Le testimonianze possono aiutare a creare fiducia per le offerte e le preoccupazioni di un’azienda sui clienti che potrebbero avere un acquisto. Derek Gehl, CEO di Internet Marketing Center, ha condiviso la guida per l’utilizzo di testimonianze e la scelta di quelli che sono adatti per un pubblico.

3. Mancanza di colori.

Un altro fattore che potrebbe causare vendite deboli su un sito aziendale è la combinazione di colori. Molte ricerche sono fatte su informazioni visive che sono legate alla tonalità . Probabilmente molti imprenditori comprendono già l’ importanza del marchio . Un marchio potente distingue l’azienda dalla concorrenza e rende il business immediatamente riconoscibile per i consumatori. Ma può perdere credibilità con gli utenti se il suo sito web è ornato da una combinazione di colori non impressionante.

Per un corso intensivo sulla teoria dei colori, fai riferimento alla guida approfondita di Smashing Magazine . Determinare cosa deve trasmettere il marchio dell’azienda ai clienti e assicurarsi che il sito Web abbia una combinazione di colori appropriata da abbinare.

4. Informazioni obsolete.

Scorri fino alla fine di una pagina web dove è elencata una data di copyright. È ancora recente? Secondo Small Business Trends , l’aspetto di un sito Web che sembra scaduto è una svolta immediata per i clienti.

I clienti vogliono vedere che un’azienda si è impegnata per rimanere aggiornato. Ciò include regolarmente l’aggiunta di nuovi contenuti e l’aggiornamento della copia esistente.

5. Difficile da trovare.

Il miglior sito web del mondo è inutile se nessuno riesce a trovarlo. Un imprenditore non ha bisogno di sapere molto sull’ottimizzazione dei motori di ricerca per sviluppare pagine facilmente individuabili dai motori di ricerca e dai consumatori. Gwen Moran ha raccomandato un nome di dominio forte, titoli di pagina accuratamente ottimizzati per riflettere con precisione il contenuto all’interno e l’utilizzo efficace delle parole chiave.

6. Non essere mobile-friendly.

Un sito web aziendale può sembrare un’opera d’arte quando viene aperto su un computer desktop, ma se non viene visualizzato correttamente o funziona su un dispositivo mobile, la società perderà il segmento in crescita del pubblico online. Shopify, una delle principali piattaforme di e-commerce, ha esaminato i dati di oltre 100.000 siti Web che utilizzano la sua piattaforma e ha rilevato che poco più del 50 per cento degli acquisti viene effettuato tramite dispositivi mobili. Per assicurarti che un sito web sia reattivo ai dispositivi mobili, controlla questi suggerimenti fattibili .

7. Difficoltà a trovare le informazioni di contatto.

Hai mai avuto bisogno di assistenza in un negozio solo quando tutti gli addetti alle vendite sembrano essere scomparsi? Nel commercio al dettaglio, non dovrebbe mai essere così. Online, non dovrebbe essere neanche. Se un cliente ha una domanda o ha bisogno di aiuto, le informazioni di contatto del sito dovrebbero essere facili da trovare. Essere disponibili su richiesta, ad esempio tramite live chat, può anche aiutare un’azienda a coinvolgere meglio i clienti, ridurre i costi e aumentare le vendite .

8. Messa a fuoco errata.

I clienti vogliono che la loro esperienza su un sito web aziendale sia focalizzata su di essi. Questo significa includere sezioni che rispondono alle loro domande e rispondono ai loro bisogni. Una soluzione semplice include domande frequenti o FAQ, pagina. Il Content Marketing Institute raccomanda di evidenziare le domande più importanti, con risposte tempestive e rendere l’archivio ricercabile. Quando possibile, semplifica l’esperienza dell’utente rendendo le risposte accessibili con un clic. I clienti vogliono informazioni rapide e utili.

9. Richiedere prima le iscrizioni.

Costringere gli utenti a registrarsi su un sito aziendale prima che possano accedere può scoraggiare il coinvolgimento. Mette un ostacolo artificiale tra i clienti e i prodotti dell’azienda. Secondo il blog UX Movement , la user experience experience, i moduli di iscrizione aggressivi rendono i lettori esitanti a divulgare informazioni personali per timore di ricevere spam. In molti casi, i consumatori presumono che il valore che riceveranno non valga il prezzo che pagano condividendo un indirizzo email. Rendi ogni conteggio delle visite e non coinvolgere gli utenti nel fare qualcosa che non sono a loro agio.

10. Audio o video l’autoplay.

Un modo per infastidire sicuramente i visitatori di un sito è impostare l’audio e il video sulle pagine per la riproduzione automatica. In un editoriale, Troy Dreier, senior associate editor di StreamingMedia.com , ha scritto: “I siti stanno sfruttando eccessivamente la riproduzione automatica e riflettono male l’intero settore dei video online.” Sfortunatamente, gli editori, alla disperata ricerca di entrate, sono ancora felici di pubblicare annunci autoplay . Per ridurre al minimo le interruzioni nell’esperienza del lettore, limitare una clip a cinque secondi o meno o offrire un pulsante di pausa o di arresto se è più lungo.

11. Tempi di caricamento dolorosamente lenti.

Il pubblico digitale è impaziente. Anche se un sito Web è pieno di supporti incredibilmente accattivanti, potrebbe verificarsi un’elevata frequenza di rimbalzo se le pagine impiegano troppo tempo per essere caricate dai lettori. I visitatori apprezzano molto il loro tempo, quindi costruisci un sito Web veloce che soddisfi le loro esigenze alla velocità della luce. La compressione di immagini e file di grandi dimensioni è un modo semplice per garantire tempi di caricamento più rapidi. Utilizza uno strumento come Smush.it per ridurre i file e ottimizzare le prestazioni di un sito.

 

Vuoi fare un Restyling del tuo sito internet?
Parliamone!!!

Lasciami i tuoi dati e sarai ricontattato prima possibile..